• 076-592 09 61
  • info@renegis.ch

Habitat riccio

La creazione di un habitat di ricci omicida nel loro giardino può essere di grande aiuto per loro. In effetti, il riccio è un animale molto vulnerabile. È tanto più minacciato durante l'inverno, deve prepararsi al letargo per sopravvivere.

La scelta del posto del riccio di vivere

Prima di intraprendere il compito di accogliere il riccio nel nostro giardino, è importante sapere come, in natura, costruisce il suo nido. Il riccio sceglie la sua area di vita secondo due criteri: l'esistenza di rifugi naturali (siepi, cespugli, mucchi di legno) e la presenza di cibo. Il riccio si deposita in aree boschive, aree agricole, praterie, bordi delle foreste, terreni coltivati e giardini.

Una volta che il riccio decide dove nidificare, porta tutte le attrezzature necessarie per la costruzione. Ha quindi bisogno di foglie morte, erbe, felci… Le foglie sono ideali perché sono impermeabili. Il riccio li impila formando un grande mucchio largo circa cinquanta centimetri, poi li attira in una struttura sufficientemente solida.

Un mazzo di rami, foglie è l'ideale per fare un nido per il riccio. Una cassa è conveniente per nascondere il cibo…

Dopo di che, il mammifero scava l'interno ruotando, questo è il modo in cui vengono create le pareti, queste sono poi circa quindici centimetri di spessore, il nido del riccio è quindi accessibile attraverso un piccolo tunnel.

Il ruolo principale dei pali delle foglie è quello di proteggere il riccio il più possibile dalla temperatura esterna, sia che sia molto caldo o molto freddo. La temperatura ambiente sarà sempre compresa tra 1 e 5 gradi Celsius.

Il nido è costruito per le femmine per diversi giorni prima della nascita dei suoi ricci. I giovani ricci lo fanno in autunno per prepararsi al letargo durante l'inverno.

L'habitat del riccio è molto importante perché rimane il 100% del suo tempo durante il letargo e il 75% del suo tempo per il resto dell'anno. Ma oggi il suo habitat è minacciato dalla costruzione artificiale, dall'agricoltura intensiva e dall'uso massiccio di pesticidi. È sempre più difficile trovare rifugio, per ragioni, la scomparsa di siepi e alberi cavi, la scomparsa degli spazi verdi. Ecco perché si sta avvicinando un po' alle agglomerati.

Molte persone sono spaventate dai ricci. Alcune persone cercano anche di sbarazzarsi di esso. Non sanno che la loro presenza è una manna dal cielo. Infatti, questo piccolo animale insettivoro dovrebbe essere visto come un alleato del giardiniere, dal momento che si nutre di tutti i parassiti del giardino come lumache, vermi, giovani lumache, larve di coleotteri, e infine può anche volentieri prendersi cura di piccoli roditori.

Il riccio stabilisce il suo habitat la maggior parte del tempo sotto fitti cespugli, tra le radici degli alberi cavi o nella vegetazione erbacea.