• 076-592 09 61
  • info@renegis.ch

Il ciclo quotidiano del riccio

Il ritmo biologico quotidiano dei ricci è esclusivamente in movimento di notte. La sua vita notturna è divisa in tre fasi differenziate per la sua intensità di attività.

Le diverse fasi delle attività di riccio

La prima fase è caratterizzata da un'intensa attività. Inizia intorno alle 18:00 e alle 20:30. La seconda fase si verifica tra le 00:00 e le 02:00 del mattino. La terza e ultima fase, che inizia tra le 04:00 e le 05:00 del mattino, è di intensità molto minore. Durante la notte, la maggior parte delle attività di riccio sono assegnate alla ricerca di cibo. È il periodo più importante della notte. Altre attività come escursioni esplorative, ricerca di contatti sociali o viaggi migratori sono attribuite alla seconda parte della notte.

L'importanza del tempo nelle attività di riccio

Le attività di riccio sono organizzate in base alle sue condizioni fisiche, ai fattori meteorologici e all'abbondanza di risorse alimentari che sono presenti intorno ad esso.

Infatti, uno studio ha mostrato che quando la temperatura è bassa, è stato osservato che l'attività generale dei ricci è aumentata nella prima notte mentre rimane bassa per il resto della notte. Come regola generale, per il riccio svegliarsi dall'ibernazione in primavera, è necessario che la temperatura al calar della notte sia di nove gradi. In altre notti, la temperatura deve essere di almeno cinque gradi per il riccio di essere attivo.

Quando il tempo diventa più temperamento e le notti sono più fresche, le attività dei ricci sono interrotte. Potresti avere l'opportunità di vedere un riccio cacciare o riscaldarti al sole. In effetti, la temperatura ambiente svolge un ruolo molto importante nella regolazione e nell'organizzazione delle attività del riccio. L'umidità troppo bassa interrompe la sua routine generale. Come una pioggia pesante e costante può improvvisamente fermare le sue attività.